Night eating syndrome

Night eating syndrome (NES)

La Night Eating Syndrome (NES)  è una particolare combinazione di tre disturbi psicologici, ovvero di un disturbo dell’alimentazione, di un disturbo del sonno e di un disturbo dell’umore.

La persona afflitta da Night Eating Syndrome (NES) spesso si alimenta scarsamente a colazione e a pranzo, fa una cena normale, ma poi tende a mangiare abbondantemente e in modo compulsivo, mediante ripetute abbuffate (fino ad un terzo delle calorie giornaliere) nel periodo serale ed in quello notturno.
Si evidenziano forti disturbi nella qualità e nella quantità del sonno con difficoltà nell’addormentamento, raggiunto solo dopo ripetute abbuffate di cibo e continui risvegli durante la notte, già dopo una o due ore dopo l’addormentamento, durante i quali viene assunto nuovamente del cibo. Queste dinamiche suggeriscono il fatto che l’alimentazione incontrollata notturna, con le sue ripetute abbuffate, abbia come uno dei suoi fini quello di cercare di ristabilire (evidentemente senza successo) il sonno disturbato.

I sintomi della Night Eating Syndrome , in sintesi, sono:

  1. scarso appetito la mattina (certe volte fino al tardo pomeriggio);
  2. eccessiva e compulsiva alimentazione nel periodo serale e notturno;
  3. difficoltà ad addormentarsi e necessità di mangiare prima dell’addormentamento;
  4. frequenti risvegli notturni contraddistinti dalla necessità di mangiare per riuscire a riprendere sonno;
  5. non vengono utilizzate manovre di eliminazione quali induzione del vomito, abuso di diuretici o lassativi e spesso si verificano un sovrappeso o obesità. Il comportamento compensatorio più tipico è quello di mangiare poco o nulla durante il giorno;
  6. non sussiste una forte preoccupazione per il peso e per le forme corporee così come avviene nell’anoressia o nella bulimia;
  7. il disturbo può manifestarsi in maniera episodica, oppure essere continuativo;
  8. e’ spesso presente umore depresso: le abbuffate alimentano dinamiche emotive di colpa, vergogna, rabbia ed ansia per lo scarso autocontrollo dimostrato.

Night eating syndrome

Solitamente la Night Eating Syndrome  (NES) ha il suo esordio tra i trenta e i quaranta anni, anche se può avere inizio in altri periodi della vita. Attualmente è un disturbo che coinvolge il 2% della popolazione.
Alcune persone con Night Eating Syndrome  (NES) associano all’assunzione di alimenti anche quella di alcolici; tale atteggiamento è definito Night Eating/Drinking Syndrome (NEDS).