Disturbi del comportamento alimentare e obesità

Disturbi del comportamento alimentare e obesità

L’obesità è una condizione medica caratterizzata da un accumulo di grasso corporeo, con effetti negativi sulla salute. L’obesità è’ una patologia cronica in espansione, le cui cause sono molteplici: accanto a origini endocrine, metaboliche,  farmacologiche, esistono anche fattori genetici, socio ambientali e sedentarietà, così come cause psicologiche, ovvero forme patologiche di iperalimentazione  (disturbi del comportamento alimentare), favorite da stress o da disturbi dell’emotività.

Per Disturbo del Comportamento Alimentare (DCA) si intende un alterato rapporto con il cibo e con il proprio corpo.

  • Nel disturbo del comportamento alimentare l’alimentazione assume caratteristiche disordinate, ossessive e ritualistiche: il cibo, negato oppure ingerito in quantità smodata, diventa anestetico e auto-cura di un disagio emotivo;
  • il corpo, evitato o costante oggetto di controllo e attenzione, è percepito in modo alterato: il vissuto corporeo di essere grassi, brutti ,socialmente non accettabili, influenza negativamente l’autostima e l’amabilità.
  • Stili alimentari patologici sono spesso  in co-morbilità con sindromi organiche e psichiche complesse.

E’  necessario aiutare la persona a ritrovare un corpo che non sia più testimone di emozioni inespresse, ma torni ad essere integrato in un Sé che riconosce e racconta i propri sentimenti, all’ interno di legami significativi.

I più conosciuti disturbi del comportamento alimentare sono: